“Guarda tua madre, guarda tuo figlio, guarda le famiglie che lavorano per me, anzi, che ora lavorano per te, guarda il tuo paese e guardalo bene, Ti fidi?”


Benedetti soldi maledetti è la storia infinita dei risparmi italiani nelle banche ticinesi con prefazione di Massimo Picozzi.

Renato è un ex sessantottino, professore di storia dell’arte sposato con Giulia e con un figlio adolescente. Una mattina di settembre, al funerale del padre Armando, proprietario di un mobilificio a Cantù, viene invitato dal notaio ad ascoltare cosa ha da dirgli il ragionier Camerlani, amico e fidato collaboratore del padre. Renato scopre così che Armando, gran lavoratore ma padre assente, in oltre quarant’anni di attività ha accumulato una fortuna in una banca di Lugano...


Marco Bertoli
nato il 22 luglio 1963
Avvocato OATI / FSA

prossimi

Ulda decristophoris – direttrice istituto scolastico Filippo rosini – musicista e referente di paesaggi sonori Corrado mordasini - fumettista

Comments are closed.